fbpx

BlogRead the Latest News

 

Vi è mai capitato, in un periodo dove vi state allenando alla grande, in ogni seduta date sempre di più, quasi tutti i giorni, che all’improvviso invece di sentirvi forti, in forma e vigorosi sembra quasi che stiate facendo marcia indietro? I risultati non arrivano, sembra di non avere più la stessa energia vitale! Beh se ti trovi in questa situazione forse il tuo corpo sta mandando dei segnali perché stai andando in sovrallenamento.

6Stili 2942

L’allenamento viene “percepito” dal nostro organismo come un vero e proprio stress. E come tale esso attua una serie di risposte di tipo biochimico e ormonale atte a riportare l’omeostasi (situazione di equilibrio dell’organismo). Per fare ciò è necessario un certo frangente di tempo variabile a seconda dello stimolo appena somministrato. Se il tempo che intercorre tra una seduta di allenamento e l’altra non è sufficiente a far attuare al corpo tutte quelle reazioni (recupero) che riportano all’omeostasi e gli stimoli allenanti sono troppo frequenti si va incontro al sovrallenamento.

Il sovrallenamento è quella condizione di affaticamento, deficit di performance e stanchezza “cronica” a seguito di un periodo di allenamento senza i dovuti tempi di recupero.

I sintomi più frequenti sono:

  • Battito a riposo accelerato
  • Iperproduzione di ormoni dello stress (cortisolo, ACTH)
  • Affaticamento muscolare cronico
  • Abbassamento delle difese immunitarie
  • Amenorrea
  • Calo di peso eccessivo
  • Insonnia

Andare oltre in questa condizione non è raro soprattutto se siete abbastanza allenati e quindi sopportate bene la fatica. Andare avanti in questa condizione vuol dire cronicizzare questo processo e incorrere in danni irreversibili (o quasi) per l’organismo. Mentre se preso in tempo con un adeguato periodo di recupero e una corretta alimentazione e facile ritornare alla normalità.

Occhio dunque alla preparazione. Concediti i giusti tempi di recupero e le giuste dosi di carico nei tuoi allenamenti. Non strafare. Come tutte le cose il troppo storpia, e così anche l’attività fisica, qualunque essa sia (ciclismo, palestra, running etc..). Occhio al fai da te, occhio alle tue sensazioni. Con il corpo non si scherza.

Il sovrallenamento non è assolutamente da sottovalutare. Ne va in gioco il tuo risultato, ne va in gioco la tua salute

Ovviamente se sembra così “facile” andare in overtraining c’è da dire che prima si passa per una fase reversibile chiamata overreaching dove la sintomatologia potrebbe anche confondersi con quella dell’overtraining, ma siamo ancora in quella zona dove è possibile invertire questa situazione di stress cronico.

Allenarsi, in qualsiasi sport dovrebbe significare salute e benessere. Cercare di emulare un professionista, senza le dovute accortezze, senza la dovuta programmazione e il corretto recupero può essere insomma deleterio. Mens sana in corpore sano. Ragioniamo e alleniamoci con razionalità!

Alcuni consigli per non incappare in situazioni di sovrallenamento possono essere:

-        Dedicare il giusto tempo al sonno

-        Seguire una alimentazione bilanciata in nutrienti di ogni tipo

-        Seguire tabelle di allenamento redatte da un professionista e soprattutto TARATE sulle esignze personali

-        Monitorarsi nella stagione eseguendo esami medici

-        Monitorare giornalmente pressione e battito cardiaco

-        Dedicare del tempo a se stesso staccando la spina dal tram tram quotidiano

Next challenge - La prossima sfidaTrans Am Bike Race

02.06.2019 - 05:00 o'clock

Time remaining



Countdown
expired

Site Search

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella "Cookie Policy". Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la "Cookie Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.